OBIETTIVI

I NOSTRI OBIETTIVI

L’OBIETTIVO GLOBALE
L’obiettivo globale che il GAL si prefigge di perseguire può essere così sintetizzato:
“riappropriarsi e rendere visibile l’IDENTITA’ del Montefeltro attraverso il processo della conoscenza, condivisione e marketing dei capitali territoriali coinvolti nello sviluppo integrato e sostenibile ed orientati al raggiungimento del ben-essere della popolazione”
Si vuole promuovere l’integrazione del “sistema territorio”, favorendo lo sviluppo culturale, produttivo e funzionale dei sub sistemi sollecitando lo stimolo verso una prassi di programmazione integrata, la realizzazione di programmi culturali e di investimento, coordinati e condivisi; il miglioramento dei collegamenti fisici ed immateriali.
Verrà realizzata un’ampia e organizzata circolazione di idee, informazioni, progetti, che rappresenterà lo strumento più incisivo per innalzare il grado di coesione e collaborazione interna alla ricerca dell’ “IDENTITA” del luogo.
Un’IDENTITA’ caratterizzata per essere al tempo stesso “universale” ed “inclusiva” capace cioè di far sentire tutti i soggetti partecipi di un progetto comune e, soprattutto, capace di non porsi in un’ottica di conflitto, emarginazione o esclusione rispetto a comunità diverse.
Un’IDENTITA’ che sappia riconoscere la diversità come elemento non soltanto da non emarginare o combattere, ma persino da includere come potenziale fattore di ricchezza e avanzamento comune, è quanto di più appropriato al fine della costruzione di una comunità locale (culturale, sociale, economica, ecc.) che voglia recitare un ruolo di primo piano all’interno di un mondo in rapida evoluzione.
Lo sviluppo di un territorio passa necessariamente attraverso il raggiungimento del ben-essere della sua popolazione e della società che questa forma, ed è raggiunto attraverso percorsi basati sull’etica, sull’equa ripartizione delle risorse, sulla partecipazione collettiva alle decisioni chiave, sull’accesso etico a beni e servizi. Non ci si può limitare al ben-essere dell’uomo, va parallelamente perseguito il ben-essere della natura perché così si raggiunga il giusto equilibrio tra ciò che si ha e ciò che si trasforma con l’uso.