OBIETTIVI SPECIFICI

GLI OBIETTIVI SPECIFICI

 

Gli obiettivi specifici che si intendono perseguire con il PSL 2014-2020 sono:

 

Obiettivo specifico 1: Valorizzazione integrata del patrimonio culturale e ambientale dell’area

Azioni di qualificazione volte alla salvaguardia, miglioramento, manutenzione di aree da destinare ad attività con finalità di tipo culturale, turistico, scientifico e didattico per fornire alle popolazioni residenti e non coscienza di riappropriazione del territorio e attivare una funzione pedagogica per un diverso uso del territorio.

Rispetto a tale ambito strategico, l’intervento del GAL sarà diretto ad innovare, potenziare e diffondere sul territorio l’offerta di servizi e prodotti, con particolare attenzione all’applicazione di nuove tecnologie (ITC), al fine di:

  • incrementare l’attrattività dei beni culturali e del patrimonio naturalistico e paesaggistico del territorio;
  • aumentare i livelli di accessibilità (non solo fisica ma anche cognitiva) dei beni culturali e la qualità dei servizi al visitatore, con particolare attenzione ai target caratterizzati da problemi di disabilità (motoria, sensoriale, etc.);
  • supportare strategie di audience development che permettano tanto ai singoli beni culturali quanto al territorio nel suo complesso di diversificare il profilo dei propri visitatori, ampliando il bacino potenziale di utenza a target diversi da quelli “tradizionali”: ad esempio, i giovani, le comunità di migranti, i turisti non culturali (es. il turista business, sportivo, enogastronomico; gli abitanti locali; etc.);
  • mettere a sistema e integrare in sistemi unitari l’offerta diffusa di beni culturali ed ambientali e i relativi territori.

Obiettivo specifico 2: aumento della competitività del territorio

Essere competitivi significa “essere in grado di sostenere la concorrenza del mercato”. Pertanto, la competitività territoriale ha a priori un senso puramente economico. Un territorio diventa competitivo se è in grado di affrontare la concorrenza del mercato garantendo, al contempo, una sostenibilità ambientale, economica, sociale e culturale basata sull’organizzazione in rete, in cui soggetti locali e le istituzioni acquisiscono:

  •  “competitività ambientale” - capacità dei soggetti di valorizzare l’ambiente in quanto elemento “distintivo” del loro territorio, garantendo al contempo la tutela e il rinnovamento delle risorse naturali e del patrimonio;
  • “competitività culturale” - capacità dei soggetti di valorizzare il sistema storico culturale materiale ed immateriale , garantendo al contempo la tutela e il riutilizzo funzionale a fini anche economici e sociali;
  • “competitività economica” - capacità dei soggetti di produrre e mantenere all’interno del territorio il massimo del valore aggiunto, consolidando i punti di contatto tra i vari settori (manifatturiero, turistico, servizi) e combinando efficacemente le risorse, al fine di valorizzare la specificità dei prodotti e dei servizi locali anche mediante l’utilizzo di nuove conoscenze e nuove tecnologie;
  •  “competitività sociale” - capacità dei soggetti di intervenire insieme, efficacemente, in base ad una stessa concezione del progetto, incoraggiata da una concertazione fra i vari livelli istituzionali.

Obiettivo specifico 3: Azioni trasversali di supporto per la creazione delle condizioni operative migliori per la riuscita complessiva del PSL

Definizione di una serie articolata e coordinata di interventi finalizzati alla creazione delle condizioni operative migliori per la riuscita complessiva del PSL .

Si vuole dunque pervenire alla creazione di un vero e proprio Sistema rurale, articolato nelle seguenti componenti:

  • sostegno alla conservazione ed all’uso sostenibile delle risorse locali – si tratta di rafforzare e sviluppare la sensibilità degli operatori, amministratori e cittadini in genere al rispetto delle risorse e ad un uso sostenibile delle stesse;
  • protezione della biodiversità – in un territorio caratterizzato dalla presenza di una biodiversità con valori di eccellenza verranno messe in atto azioni di valorizzazione e diffusione della conoscenza su tale tema;
  • sviluppo dell’occupabilità attraverso la promozione di attività nature-oriented e culture-oriented – comprendere le potenzialità offerte da nuove imprese e nuovi lavori in settori non tradizionali è sicuramente un compito da prevedere e un obiettivo da raggiungere;
  • promozione dell’investimento nei settori turistici ambientali e culturali ecosostenibili anche mediante strumenti di marketing territoriale – è sul tema del turismo che il territorio si gioca una delle carte vincenti per uno sviluppo futuro dell’area. E’ qui che l’intervento a regia diretta dovrà essere maggiormente caratterizzato dal coinvolgimento di un ampio partenariato locale.