Organi Amministrativi

Organi statutari

Gli organi previsti dallo statuto del GAL sono i seguenti:
a) Assemblea dei Soci, presieduta dal Presidente del GAL; è costituita dai soci regolarmente iscritti e in regola con il versamento delle quote;
b) Consiglio di Amministrazione, organo decisionale del GAL, è composto dal Presidente e da nove membri eletti dall’Assemblea dei Soci, rappresentanti delle parti economiche e sociali e da altri rappresentanti della società civile; la maggioranza dei componenti del CdA è costituita da soci privati nel rapporto di 5 su 9 pari al 55,55%. L’attuale Consiglio è stato nominato dall’Assemblea dei Soci con delibera del 06/05/2015 e rimarrà in carica per i successivi tre anni. Lo stesso risulta composto da:

 

Presidente del Consiglio di Amministrazione:

 

Capanna Bruno

Compensi: onere lordo annuale complessivo per la Società pari ad Euro 12.000,00

Altri incarichi (cariche pubbliche elettive): nessuno

 

Consiglieri:

 

Cioppi Marco

Altri incarichi (cariche pubbliche elettive): nessuno

cv Cioppi

 

De Angeli Renzo

Altri incarichi (cariche pubbliche elettive): nessuno

 

Lucarini Giuseppe

Altri incarichi (cariche pubbliche elettive): nessuno

cv Giuseppe Lucarini

 

Nardozza Raffaele

Altri incarichi (cariche pubbliche elettive): nessuno

cv Raffaele Nardozza

 

Rosati Mario

Altri incarichi (cariche pubbliche elettive): nessuno

 

Romagnoli Maurizio

Altri incarichi (cariche pubbliche elettive): nessuno

cv Maurizio Romagnoli

 

Tontini Roberto

Altri incarichi (cariche pubbliche elettive): nessuno

 

Grandicelli Massimo

Altri incarichi (cariche pubbliche elettive): nessuno

 

Compenso: Gettone di presenza: € 65,00 lordi a seduta/€ 30,00 lordi a seduta per gli amministratori con cariche pubbliche elettive

 

c) Sindaco revisore unico: Raffaele Dini

 

Competenze e funzioni degli organi statutari:
Per quel che riguarda le Competenze e funzioni degli organi statutari, in base all’art. 15 dello Statuto, l’Assemblea dei Soci:
a) approva il bilancio;
b) procede alla nomina delle cariche sociali;
c) determina il compenso e la medaglia di presenza degli amministratori per la loro attività collegiale;
d) approva il regolamento interno;
e) delibera sulle responsabilità degli amministratori;
f) delibera su tutti gli altri oggetti attinenti alla gestione sociale riservati alla sua competenza dallo statuto o sottoposti al suo esame dagli amministratori;
g) delibera circa gli orientamenti e le politiche generali d’orientamento.
Il Consiglio di Amministrazione rappresenta l’Autorità di Gestione del GAL ed è investito dei più ampi ed illimitati poteri per la gestione ordinaria e straordinaria del GAL, senza eccezione alcuna, salvo quelli che la legge tassativamente riserva all’Assemblea dei Soci o quelli che lo stesso delega al Direttore Tecnico nel rispetto del regolamento. In base all’art. 20 quater dello Statuto, il CdA ad esempio deve:
a) curare l’esecuzione delle deliberazioni dell’assemblea;
b) redigere il bilancio;
c) compilare il regolamento interno ed approvare gli altri regolamenti;
d) stipulare tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti all’attività sociale;
e) deliberare e concedere avalli cambiari, fidejussoni ed ogni e qualsiasi altra garanzia sotto qualsivoglia forma per facilitare l’ottenimento del credito agli enti cui la società aderisce;
f) conferire procure speciali e nominare il direttore determinandone le funzioni e le retribuzioni;
g) assumere e licenziare il personale della società, fissandone le mansioni e le retribuzioni;
h) deliberare circa l’ammissione di nuovi soci e proporre l’esclusione dei soci all’assemblea;
i) compiere tutti gli atti e le operazioni ordinarie e straordinarie di amministrazione, fatta eccezione soltanto per quello che, per disposizione della legge o del presente statuto siano riservate all’assemblea generale.
Il Presidente del Consiglio di Amministrazione è la figura delegata dallo stesso a tenere tutti i rapporti di tipo istituzionale rispetto alle attività del GAL, e svolge i compiti di Legale Rappresentante della società. L’art. 22 stabilisce che il Presidente ha la rappresentanza e la firma sociale. Suoi compiti sono:
a) convocare le riunioni dell’Assemblea dei Soci e del Consiglio di Amministrazione;
b) previa autorizzazione del Consiglio di Amministrazione, può delegare i propri poteri in tutto o in parte ai vice presidenti o ad altro membro del Consiglio nonché per speciale procura al direttore o ad altri impiegati della società;
c) nominare anche tra i non soci, il segretario che avrà anche il compito di redigere i verbali dell’Assemblea dei Soci e del Consiglio di Amministrazione
Infine il sindaco unico provvede al controllo contabile della gestione, riferendone all’assemblea in sede di approvazione del bilancio mediante una relazione scritta.