Struttura Organizzativa

Area tecnica: 

  • Direttore tecnico – Ing. Domenico Fucili
  • Addetti all’area amministrativa - Ing. Erika Bartolucci e Dott. Andrea Pierotti
  • Consulente fiscale – Dott. Vittorio Alberto Nicolucci
  • Animatori – Dr.ssa Maria Silvia Fumelli e Dr.ssa Carlotta Panico

Struttura organizzativa e gestionale.

La struttura organizzativa e gestionale del GAL è funzionale allo svolgimento dei compiti a esso assegnati nell’ambito del PSR 2007-2013 per le Marche e riguardano un unico PSL regolarmente presentato alla Regione Marche. Nel quadro dell’approccio Leader del PSR, i compiti assegnati ai GAL sono principalmente:

  •  elaborazione del PSL;
  •  interventi di animazione del territorio finalizzati all’informazione ed alla divulgazione del PSL e delle iniziative di sviluppo locale attuate dal GAL;
  •  stesura, adozione e pubblicazione degli atti per la selezione delle operazioni;
  •  gestione date di apertura e chiusura termini per la presentazione delle domande di aiuto;
  •  coordinamento dall’attuazione delle azioni di cooperazione del Gal e degli scambi di esperienze con altri GAL;
  •  attuazione di eventuali operazioni a gestione diretta GAL; 
  •  esame dello stato di avanzamento finanziario, fisico e procedurale del PSL e sue eventuali modifiche. 

Nell’ottica di un ruolo del GAL di vera agenzia di sviluppo del territorio, oltre alla gestione del 6% dei fondi del PSR, assegnati sulla base dei PSL, gli stessi dovrebbero, per quanto possibile, operare come segue:

  •  agire quali soggetti promotori di interventi integrati sul territorio che utilizzano i fondi del primo e secondo asse del PSR, ricercando la massima sinergia con gli interventi previsti nel PSL;
  •  attraverso una specifica progettazione di interventi di sviluppo rurale complementari a quelli del PSL, canalizzare sul territorio altre risorse finanziarie sia comunitarie (fondi FESR, FSE, progetti comunitari, ecc..), che nazionali (statali, regionali, ecc..).
  •  ricercare la massima sinergia con la progettazione multisettoriale territoriale realizzata dalle Province, qualora essa ricada nei territori Leader.
 
  1. Il Direttore Tecnico svolge funzioni ad alto contenuto professionale, anche nella conduzione e nel coordinamento di risorse e persone; i suoi compiti sono i seguenti:
  •  direzione e coordinamento tecnico della struttura operativa della Società;
  •  direzione tecnica per tutte le esigenze di funzionamento della Società relativamente all’attuazione del Piano Leader;
  • partecipazione alle sedute del Consiglio di Amministrazione;
  •  rapporti con la Regione Marche, lo Stato e l’Unione Europea ed ogni altro organo preposto al controllo, alla valutazione o all’assistenza tecnica sullo svolgimento del programma; 
  •  rapporti con consulenti esterni e coordinamento della loro attività;
  •  elaborazione di eventuali varianti al PSL;
  •  esame preliminare ed istruttoria dei progetti;
  •  controllo e verifica delle fasi di attuazione degli interventi ed ogni altra certificazione che gli organi societari e/o la Regione Marche e/o gli altri Enti preposti all’attuazione del PSL decidano di richiedere in ordine alla congruità e regolarità della realizzazione del PSL;
  •  collaudi e eventuali attività espressamente richieste dal profilo di direzione indicate nel Complemento di Programmazione della Regione Marche.
 

2. Gli Addetti all’area amministrativa svolgono funzioni di gestione amministrativa, predisposizione di bandi, avvisi, convenzioni e contratti, assistenza alla rendicontazione, supporto operativo e affiancamento agli organi decisionali e alla direzione nelle fasi di definizione, progettazione, realizzazione, monitoraggio, animazione e rendicontazione e controllo degli interventi previsti per l’attuazione e gestione del PSL.

 

3. Gli Animatori collaborano all’efficace svolgimento dell’attività di funzionamento del GAL e a tutto quanto necessario e richiesto al fine della realizzazione delle azioni previste dal PSL svolgendo funzioni di supporto di tipo tecnico, quali l’animazione e l’informazione a favore degli operatori pubblici e privati possibili fruitori delle azioni del GAL, la promozione della sensibilizzazione dell’opinione pubblica locale, la rilevazione presso gli operatori e la pubblica opinione di esigenze e inoltre partecipano e organizzano riunioni, seminari, convegni, incontri promossi dal GAL per la pubblicizzazione delle azioni. Essi svolgono inoltre una attività di sportello con il pubblico fornendo una prima assistenza agli operatori interessati a presentare istanze e domande di contributo ai sensi del PSL.