Fascicolo Aziendale e CAA

 

Il Fascicolo  Aziendale  e CAA

 

 Tutti i soggetti, qualsiasi forma giuridica essi rivestano (Ente Pubblico o privato, persona fisica o giuridica), che si candidano in qualità di potenziali beneficiari dei bandi pubblicati dal GAL, a valere sulle azioni del Piano di Sviluppo Locale,  sono tenuti all’apertura di un “fascicolo aziendale” detenuto dall’Organismo Pagatore AGEA nell’ambito del SIAN.

 

La predisposizione e la validazione di un fascicolo aziendale è quindi propedeutica alle presentazione di qualunque domanda finalizzata alla richiesta di un aiuto comunitario e, dunque, all’avvio di qualunque procedimento amministrativo.

 

Per procedere all’apertura del Fascicolo Aziendale bisogna rivolgersi esclusivamente ai Centri Autorizzati di Assistenza Agricola (CAA) che provvederanno ad “aprire” un fascicolo aziendale relativo al soggetto che ha presentato domanda, qualora lo stesso non ne fosse di già in possesso.

 

Il fascicolo conterrà tutti i dati e le informazioni idonei a rappresentare l’azienda nella sua totalità (unità di produzione gestite dal beneficiario, patrimonio produttivo globale dell’azienda, ivi compresi tutti gli elementi atti a verificare il rispetto della condizioni di accesso al relativo bando).

 

I dati minimi per la costituzione e/o l’aggiornamento del fascicolo aziendale sono:

 

- Denominazione della Ditta (Ragione sociale per le persone giuridiche);

 

- dati anagrafici del richiedente domanda di aiuto (del Titolare/Rappresentante Legale per le Persone giuridiche);

 

-  atto costitutivo (solo per le Persone giuridiche)

 

-  delibera dell’Organo amministrativo per la nomina del Rappresentante legale e il relativo documento di identità;

 

-  partita IVA , codice fiscale;

 

-  iscrizione alla Camera di Commercio;

 

- dati bancari (codice IBAN);

 

- dimostrazione dei titoli di possesso dei terreni/fabbricati (titolo di proprietà, contratti di affitto o di comodato) e per altre forme di conduzioni il documento di autocertificazione attestante la natura del rapporto di conduzione, al fine dell’inserimento nel fascicolo dei relativi dati catastali.

 

Anche gli Enti pubblici, come i Comuni, che intendono produrre domanda di aiuto, devono costituire un proprio fascicolo aziendale a nome del proprio rappresentante legale (per i Comuni, il sindaco), in quanto beneficiari finali.

 

Nel Fascicolo aziendale, l’Ente Pubblico andrà a inserire tutti gli immobili/terreni  interessati dalla domanda di aiuto e obbligatoriamente  i riferimenti catastali della sede dell’Ente.

 

 

 

Requisiti generali per partecipare ai bandi del GAL 

 

 Qualsiasi soggetto, pubblico o privato, che intende presentare una domanda di contributo nell’ambito dei bandi pubblicati dal GAL Montefeltro Sviluppo Scarl in attuazione della Strategia di Sviluppo Locale, dovrà tener conto delle seguenti condizioni di ammissibilità generali:

 

  • La presentazione della domanda deve avvenire nei termini e con le condizioni previste dal rispettivo Bando seguendo obbligatoriamente  la procedura on line su SIAR https://siar.regione.marche.it/web/HomePage.aspx ;
  • Il richiedente deve essere in possesso del fascicolo aziendale aggiornato alla data di presentazione della domanda;
  • Il richiedente deve avere la disponibilità (titolo di proprietà, contratto di affitto, comodato d’uso, etc.), del bene oggetto dell’investimento per il periodo di mantenimento dei vincoli di destinazione;
  • L’intervento proposto deve essere realizzato all’interno dell’area eleggibile del GAL Montefeltro Sviluppo Scarl e, nel caso dei bandi pubblicati in PIL , del PIL di riferimento;
  • Il soggetto richiedente deve, inoltre, disporre di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) che verrà utilizzato per tutte le comunicazioni con il GAL successive alla presentazione della domanda;
  •  I singoli bandi potranno specificare ulteriori condizioni di ammissibilità in funzione della tipologia di intervento per cui si richiede il sostegno.