OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO

Sono in definizione e verranno a breve pubblicati tre bandi di finanziamento, di seguito sintetizzati:

SOTTOMISURA 4.1.3.3. B – IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA O TERMICA ED ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI DI ORIGINE AGRICOLA O FORESTALE.

Finalità generali

La finalità è quella di radicare e mettere a sistema nuove tecnologie comunity friendly, nuove infrastrutture virtuali in grado di abbassare il divario digitale, migliori promozioni della qualità della vita in tutte le sue forme.

Obiettivi

L’obiettivo è rivitalizzare piccole infrastrutture funzionali alla erogazione di servizi a supporto dell’economia locale e all’avviamento di servizi essenziali alle popolazioni rurali.

Tipologie di intervento ammissibili

Sono ammissibili all’aiuto investimenti volti alla realizzazione di impianti e infrastrutture per la produzione di energia termica o termica ed elettrica da fonti rinnovabili di origine agricola o forestale per scopi di pubblica utilità (palestre, scuole …). Destinatari dell’energia prodotta sono esclusivamente strutture pubbliche di servizio.

Beneficiari

Enti locali.

Limiti di investimento

Il contributo concedibile massimo per ogni progetto è pari a € 100.000,00 al netto dell’IVA.

Risorse finanziarie disponibili e intensità dell’aiuto

La dotazione finanziaria ammonta ad € 100.000,00. Il sostegno è concesso in forma di contributo a fondo perduto con una intensità dell’ 80% del costo totale ammissibile.

 

SOTTOMISURA 4.1.3.7 – STRATEGIE DI SVILUPPO LOCALE: QUALITÀ DELLA VITA E DIVERSIFICAZIONE

-   SUB AZIONE A) AZIONI DI MARKETING

-   SUB AZIONE B) AZIONI PROMOZIONALI

Finalità generali

La finalità è quella di esaltare le sinergie, in termini di attrattività e propensione al consumo, che si generano dal collegamento tra prodotti di mercato ed elementi di pregio del territorio, siano essi materiali (paesaggio, ambiente naturale, beni architettonici ed  archeologici, ecc..) o immateriali (qualità della vita, tradizioni, cultura). Si vuole così contribuire a far percepire il territorio del Montefeltro come un luogo unitario e garantito nella qualità dei servizi e delle infrastrutture di supporto al settore turistico.

Obiettivi

La misura prevede il finanziamento di interventi di promozione territoriale per il perseguimento dei seguenti obiettivi specifici:

  • aumentare l’attrattività turistica dei territori regionali compresi nella zona di competenza del GAL comunicando agli utenti un’immagine positiva delle aree legata agli elementi di rispetto dell’ambiente, della cultura, della tutela dei diritti sociali, della qualità e delle eccellenze enogastronomiche;
  • sviluppare l’attrazione territoriale verso imprese, turisti, talenti.

Tipologie di intervento ammissibili

Sono ammissibili all’aiuto gli investimenti di sviluppo e/o commercializzazione di servizi turistici riguardanti l’offerta turistica ed agrituristica delle aree rurali ed in particolare:

a)       azioni di marketing riferite ai territori rurali ed ai suoi elementi qualificanti;

b)      azioni promozionali per la valorizzazione turistica delle aree rurali specialmente nei segmenti del turismo culturale, storico, ambientale ed enogastronomico.

Beneficiari

Enti Locali, Enti Territoriali, Associazioni no profit, Cooperative sociali e soggetti di diritto privato operanti nelle aree rurali, esclusivamente in forma associata. Si precisa inoltre che le Comunità Montane, in quanto unioni di Comuni, sono considerate a tutti gli effetti forme associative già costituite.

Limiti di investimento

Il contributo massimo concedibile per ogni progetto è pari a € 60.000,00 al netto dell’IVA.

Risorse finanziarie disponibili e intensità dell’aiuto

La dotazione finanziaria ammonta ad € 130.000,00. Il sostegno è concesso in forma di contributo a fondo perduto, con una intensità dell’80% delle spese ammissibili.

 

SOTTOMISURA 4.1.3.3 – AVVIAMENTO DEI SERVIZI ESSENZIALI PER L’ECONOMIA E LA POPOLAZIONE RURALE

- SUB AZIONE A) REALIZZAZIONE DI STRUTTURE E COPERTURA DEI COSTI DI AVVIAMENTO DI SERVIZI ALLA POPOLAZIONE RESIDENTE

Finalità generali

La misura è finalizzata al perseguimento dell’obiettivo strategico di accrescere e consolidare il ben-essere della popolazione anche migliorando e favorendo nuovi servizi associati ed avanzati a favore dei centri rurali del territorio e della identità inclusiva

Obiettivi

In relazione all’obiettivo globale del PSL, la misura prevede la concessione di un aiuto in conto capitale per il cofinanziamento di investimenti materiali ed immateriali destinati:

–        all’attivazione di reti di servizi a supporto dell’economia rurale utili ad elevare l’efficienza e la produttività del tessuto microeconomico locale;

–        alla realizzazioni di reti di servizi essenziali alle popolazioni rurali in grado di migliorare la qualità della vita delle persone che vivono nei territori scarsamente dotati di servizi collettivi;

Tipologie di intervento ammissibili

Sono ammissibili all’aiuto i seguenti investimenti materiali ed immateriali finalizzati alla realizzazione di strutture alla popolazione residente. I settori di intervento sono:

  1. servizi integrativi finalizzati alla cura e assistenza di bambini, anziani e persone non autosufficienti;
  2. servizi culturali e ricreativi e centri di aggregazione per la popolazione e anche finalizzati all’integrazione dei residenti extracomunitari.

Gli investimenti debbono essere inseriti  nell’ambito di un progetto pluriennale in cui si dimostri, con le modalità previste dalle Disposizioni Attuative del P.S.R., la capacità dei beneficiari di sostenere i costi di gestione dopo la fase di avvio cofinanziata con il presente Programma.

Beneficiari

Enti locali ed associazioni no-profit in forma singolo o associata.

Limiti di investimento

Il contributo massimo concedibile per ogni progetto è pari a €60.000,00 al netto dell’IVA.

Risorse finanziarie disponibili e intensità dell’aiuto

La dotazione finanziaria ammonta ad € 236.094,37. Il sostegno è concesso in forma di contributo a fondo perduto alle seguenti condizioni:

–        100% del costo totale ammissibile per gli investimenti realizzati da  i soggetti pubblici;

–        60% del costo totale ammissibile per gli investimenti realizzati da soggetti privati.

L’aiuto è concesso alle condizioni previste dalla normativa “de minimis” di cui al Regolamento CE n° 1998 del 15 dicembre 2006, applicabile anche qualora i beneficiari siano soggetti pubblici e l’attività oggetto dell’aiuto sia connessa ad attività produttiva o commerciale del beneficiario stesso.